Share

Cambiare. Imprese e lavoro al tempo della quarta rivoluzione indistriale

Cambiare. Imprese e lavoro al tempo della quarta rivoluzione indistriale

La Fim Engineering Group S.r.l. d San Vendemiano nasce dalla sinergia di professionisti con pluriennale esperienza nella costruzione e montaggio di facciate in vetro e serramenti, carpenterie metalliche e strutture spaziali in metallo di ogni genere, componenti meccanici e manutenzione degli stessi.

Oggi la complessitá dei progetti e la necessitá nell’ operare in ambiti sempre più in frenetica evoluzione, richiede personalitá di elevato livello professionale e una organizzazione estremamente flessibile.
Fim Engineering si pone come obiettivo quello di affiancare e supportare, con i propri tecnici specializzati, le imprese/aziende, sin dalla fase di progettazione, per la costruzione di componenti sempre piú complessi per la loro unicitá e specificitá . L’ottima capacitá manageriale e la superba preparazione tecnica e professionale dei soci hanno consentito alla Fim Engineering di eseguire lavori impegnativi e di indiscusso valore.

L’amministratore unico, Francesco Iannotta, afferma:

Non è mio interesse affollare un mercato già ricco di colleghi bravissimi ed esperti, il mio obbiettivo è quello di ascoltare le esifenze dei clienti e progettisiti nel realizzare progetti fuori standard e fuori dal comune. Oggi il mercato volge verso la ricerca dell’esclusiva e personalizzazione dei prodotti, vogliamo tutti essere unici. La globalizzazione e la conformazione hanno ucciso l’economia inducendo i produttori a fare sempre più guerra al ribasso, fortunatamente oggi, i clienti e i progettisti hanno capito che bisogna cambiare rotta, pertanto dobbiamo cogliere tale mutamento e cavalcarlo. Il nostro core business è la progettazione e produzione di involucri metallici e vetro, nonché di produzione carpenterie metalliche spaziali, infissi in metallo di alta gamma (inox, ottone, corten). La sfida è ardua ma vogliamo accettarla e vincerla.

Ecco un elenco dei principali lavori eseguiti nel triennio 2013/2016:

  • MICX Mons International Congress Xperience, Mons, Belgio. Progettato dallo studio libri schiude in collaborazione con il partner locale H a due a. Rivestito in un modo da dare consistenza e luce alla struttura, le pareti curve a nastro, di alluminio anodizzato color champagne (3500 mq), avvolgono la forma fino alla prua che aggetta sulla strada a nord. Le pareti inferiori sono rivestite con doghe verticali di legno di robinia grezzo (4500 mq), che riecheggiano gli alberi nel parco adiacente. L’edificio si compone di 500 mq di facciate continue e 200 mq di skylight, 500 mq di serramenti, 8000 mq di rivestimento di cui 3500 mq in alluminio non rizzato e 4500 mq di legno grezzo per un totale di 15.000 pezzi tagliati a misura a piè d’opera. [scopri]
  • Residenze a Boulogne Billacourt, Parigi, Francia. Complesso residenziale situato nella zona centrale di Boulogne lungo la riva destra della Senna, progettato da Jean Marc Ibos e Myrto Vitart Architects. L’edificio si compone di 2200 mq di facciate continue, 1600 mq di serramenti ad anta, 3300 mq di serramenti scorrevoli, 2700 mq di serramenti con impacchettamento a libro, 4400 mq di rivestimento ventilato in vetro, a 2900 mq di parapetti in vetro, 3300 mq di controsoffitti in vetro, 1500 mq di controsoffitti in alluminio, 1600 mq di rivestimento delle terrazze in vetro. Una superficie complessiva di 22.000 mq di vetri. [scopri]
  • Digue Nord – Port de la Condamine, Monte Carlo, Principato di Monaco Avamporto al centro della Diga Nord del porto di Monte Carlo per conto del governo adibito ad uffici e negozi. L’edificio si compone di 1000 mq di facciate continue, 200 mq di serramenti motorizzati elettricamente, 2000 mq di rivestimento in alluminio, 300 di Breise soleil, 500 ml di corrimano in acciaio inox e 15000 kg di carpenteria metallica. [scopri]
  • Centro polifunzionale – Museo dell’occhiale, Pieve di Cadore, Belluno. L’edificio si compone di 1200 mq di facciate strutturali,  200 mq di serramenti, 300 mq di rivestimento in acciaio corten, 200 mq di rivestimento in legno, 60 mq di Breise soleil e 25.000 kg di carpenteria metallica. [scopri]
  • Shiploader – Bedeschi S.p.A., Porto Marghera, Venezia. Realizzato sulle banchine del terminal Multi Service di Venezia, uno dei più grandi project cargo mai partito dallo scalo lagunare. I tre mesi sono giunti a porto Marghera tutte le componenti della gigantesca gru di banchina (shiploader) utilizzata per caricare minerale di ferro alla rinfusa su grandi navi classe Panamax. La gru è ostinata al porto di Corpus Christi in Texas (Usa), il sesto scalo americano per movimentazioni merci situata nel Golfo del Messico. La commessa è stata richiesta dal gruppo austriaco Voestalpine. La gru è composta da un braccio di carico alto 92 m per un peso complessivo di 500.000 kg di carpenteria metallica. [scopri]
  • Ristrutturazione e adeguamento sismico ex-filanda Ancillotto, Santa Lucia di Piave (Treviso). L’edificio si compone di 200 mq di facciate continue, 100 mq di serramenti, 200 mq di rivestimento in alluminio e 8000 kg di carpenteria metallica.
  • Padiglione “S” Ospedale San Daniele del Friuli, Udine. I numeri dell’edificio: 4500 mq di rivestimento in alluminio, 2500 mq di facciate continue e 150 mq di skylight, 1200 mq di serramenti, 180 mq di Breise soleil motorizzato elettronicamente, 350.000 kg di carpenteria metallica. [scopri]
  • Ospedale Belfort Montbéliard, Belfort, Francia. Realizzazione 4000 mq di alucobond, 1500 mq di facciata montanti e traversi, 800 mq di infissi a taglio termico. [scopri]
  • Impianto di compostaggio – Sesa S.p.A., Este, Padova. Realizzazione di uffici sospesi per controllo e movimentazioni carroponte interamente rivestita in pannelli coibentati in acciaio inox e vetro compresa ampia parte di pavimento vetrato per permettere il controllo delle attività nel capannone. [scopri]

Fonte: Areo 54

Share post:

Leave A Comment

Your email is safe with us.